La Disney ha deciso con Zootropolis di prendersi una pausa di riflessione e dedicarsi, una volta tanto, a un argomento leggero e scarsamente impegnativo: il razzismo e gli stereotipi.

Zootropolis: alzare l’asticella

La Disney ha deciso con Zootropolis di prendersi una pausa di riflessione e dedicarsi, una volta tanto, a un argomento leggero e scarsamente impegnativo: il razzismo e gli stereotipi.

Se fino a ieri foste vissuti su Marte o tra gli Amish, Stranger Things vi appassionerà comunque dal primo istante e vi trasformerà in adolescenti con gli occhi spalancati, dall'inizio alla fine.

Stranger things, ovvero: vincere tutto.

Se fino a ieri foste vissuti su Marte o tra gli Amish, Stranger Things vi appassionerà comunque dal primo istante e vi trasformerà in adolescenti con gli occhi spalancati, dall’inizio alla fine.

Non è fastidioso, è simpatico ma neanche troppo nonostante le tante scene d'azione: Tartarughe Ninja: Fuori dall'ombra è proprio uno di quei sequel che precisamente dieci ore dopo la visione si rimuove quasi completamente dal proprio cervello.

Tartarughe Ninja – fuori dall’ombra: da oggi anche in versione dimenticabile

Non è fastidioso, è simpatico ma neanche troppo nonostante le tante scene d’azione: Tartarughe Ninja: Fuori dall’ombra è proprio uno di quei sequel che precisamente dieci ore dopo la visione si rimuove quasi completamente dal proprio cervello.

Lug, 19
Ora che ho un lavoro e che l'estate non coincide con le ferie, non capisco dove trovo il tempo che non ho nel resto dell'anno, ma comunque, appena comincia il caldo, io ho la sete del recuperone. Il che significa che con una mossa Kansas City sono seduto in una sala semi deserta che mi guardo in giro pensando "ma cosa cazzo...?".

Film brutti double feature: Warcraft e X-Men: Apocalypse.

Ora che ho un lavoro e che l’estate non coincide con le ferie, non capisco dove trovo il tempo che non ho nel resto dell’anno, ma comunque, appena comincia il caldo, io ho la sete del recuperone. Il che significa che con una mossa Kansas City sono seduto in una sala semi deserta che mi guardo in giro pensando “ma cosa cazzo…?”.

Lug, 04
Sith, regali, sciamani, portali e altro: prima rassegna di corti di dubbia provenienza che bisogna vedere assolutamente.

Gli 88 corti: una rassegna di corti di fantascienza

Sith, regali, sciamani, portali e altro: prima rassegna di corti di dubbia provenienza che bisogna vedere assolutamente.

Giu, 26
La pazza gioia è un atto d'amore verso le donne. La pellicola si permette di mettere in campo le mille sfumature dell'animo umano e di dargli l'aspetto di una donna.

Il male di vivere: La pazza gioia

La pazza gioia è un atto d’amore verso le donne. La pellicola si permette di mettere in campo le mille sfumature dell’animo umano e di dargli l’aspetto di una donna.

Giu, 16
Nicolas Winding Refn alla più elevata potenza con il suo ultimo lavoro in cui spinge sull’acceleratore e decide di fare oggettivamente quell’accidenti che vuole. Un film fotografico che starebbe benissimo racchiuso in una cornice e appeso a un muro.

The Neon Demon: il dito medio di Refn al mondo del cinema

Nicolas Winding Refn alla più elevata potenza con il suo ultimo lavoro in cui spinge sull’acceleratore e decide di fare oggettivamente quell’accidenti che vuole. Un film fotografico che starebbe benissimo racchiuso in una cornice e appeso a un muro.

Giu, 13
Shane Black è bravo. Bravissimo. Perfetto? No, quello no. Ha i suoi difetti, come tutti, e The nice guys ce li ricorda, ma una sceneggiatura media di Shane Black è pur sempre meglio di un sacco di sceneggiature ottime di tantissima gente.

The Nice Guys: bentornato Shane.

Shane Black è bravo. Bravissimo. Perfetto? No, quello no. Ha i suoi difetti, come tutti, e The nice guys ce li ricorda, ma una sceneggiatura media di Shane Black è pur sempre meglio di un sacco di sceneggiature ottime di tantissima gente.

Giu, 03
Il bilancio è comunque in negativo: per i quattro o cinque momenti importanti del film ci sono decine e decine di minuti in cui quello che succede è un riempitivo non necessariamente spettacolare né giustificato.

Captain America: Cilvil War – Ridatemi le mie biglie che non gioco più

Il bilancio è comunque in negativo: per i quattro o cinque momenti importanti del film ci sono decine e decine di minuti in cui quello che succede è un riempitivo non necessariamente spettacolare né giustificato.

Mag, 26
Il protagonista di questo documentario ha la tendenza a perdersi e scomparire per giorni. E probabilmente non solo fisicamente.

Gascoigne è vivo, viva Gascoigne

Il protagonista di questo documentario ha la tendenza a perdersi e scomparire per giorni. E probabilmente non solo fisicamente.

Giu, 14
10 Cloverfield Lane è un film di Dan Trachtenberg, scritto da Josh Campbell, Mattew Stuechen e Damien Chazelle e prodotto da J.J. Abrams, che narra le vicende di Michelle , risvegliatasi dopo un incidente automobilistico prigioniera di uno sconosciuto di nome Howard in un bunker sotterraneo.

10 Cloverfield Lane non chiamatelo sequel

10 Cloverfield Lane è un film di Dan Trachtenberg, scritto da Josh Campbell, Mattew Stuechen e Damien Chazelle e prodotto da J.J. Abrams, che narra le vicende di Michelle , risvegliatasi dopo un incidente automobilistico prigioniera di uno sconosciuto di nome Howard in un bunker sotterraneo.

Mag, 05
Hardcore! è davvero metà film e metà videogioco, ma non si tratta di un pregio: diverte limitatamente e permette di trascorrere un’ora e mezza scarsa senza pensieri, senza preoccupazioni e senza dover guardare l’orologio per più di un paio di volte.

Rifiuto l’offerta e vado avanti – Hardcore!

Hardcore! è davvero metà film e metà videogioco, ma non si tratta di un pregio: diverte limitatamente e permette di trascorrere un’ora e mezza scarsa senza pensieri, senza preoccupazioni e senza dover guardare l’orologio per più di un paio di volte.

Apr, 22
Più di un anno di lavorazione. Più di sei ore di montaggio finale. Un leggendario direttore della fotografia venuto apposta dalla Thailandia. E poi il Portogallo, l'Europa e i miti che non smettono di affascinare.

As Mil e Uma Noites: le mille e una notte in mille e un minuti. Circa

Più di un anno di lavorazione. Più di sei ore di montaggio finale. Un leggendario direttore della fotografia venuto apposta dalla Thailandia. E poi il Portogallo, l’Europa e i miti che non smettono di affascinare.

Apr, 26
Quando Jason Segel/David Foster Wallace parla per la prima volta al telefono con Jesse Eisenberg/David Lipsky, questi ha esattamente il confronto con il fatto che l’autore che tanto ammira è molto probabilmente un emerito stronzo.

The end of the tour. QUEL tour.

Quando Jason Segel/David Foster Wallace parla per la prima volta al telefono con Jesse Eisenberg/David Lipsky, questi ha esattamente il confronto con il fatto che l’autore che tanto ammira è molto probabilmente un emerito stronzo.

Apr, 28