Il Natale è una cosa Serie – compilation di episodi natalizi


Gli alberi di Natale e i panettoni sono nei supermercati già da metà novembre, Sant’Ambroeus e l’Immacolata sono appena passati. È arrivato il momento di entrare veramente nello spirito delle feste, togliere la polvere dai cofanetti delle serie TV e ripassare un po’ di episodi natalizi, che ormai possono essere considerati veri e propri classici di stagione.

Downton Abbey – Christmas at Downton Abbey (s02e09) – Downton Abbey Wikia – IMDb

Downton Abbey - Christmas at Downton

Downton Abbey – Christmas at Downton – copyright Itv

Ci sono i Natali tamarri a Miami, a Cortina, a Civitavecchia, e poi c’è il Natale a Downton: una Festa come dovrebbe essere, coi vestiti giusti, l’imbalsamatura che si conviene per mantenere un certo grado di eleganza, e le faide sotterranee che solo le migliori famiglie coltivano, compreso il doppio scandalo dentro casa (il Turco morto al piano di sopra e Bates processato al piano di sotto – c’è solo un commento che si può fare sull’infinita storyline di Bates, ed è questo, ma stiamo parlando d’altro). Ma si sa, a Natale le magie succedono, e allora le cose prendono una nuova, improvvisa piega, e cosa vuoi che ci sia di più romantico di una proposta di matrimonio sotto la neve?

Lost – The Constant (s04e05) – Lostpedia – IMDb

Lost - The Constant

Lost – The Constant – Copyright ABC

Su The Constant si potrebbe scrivere un trattato, a cominciare dal fatto che essendo probabilmente il più bell’episodio di Lost, ed essendo Lost probabilmente la più bella serie TV mai scritta, ha buone chance di essere il più bell’episodio di serie TV mai scritto. È incentrato su Desmond e sui salti temporali che compie mentre entra in contatto con Daniel Faraday, che poi annota sul suo diario “Se qualcosa va storto, Desmond Hume è la mia costante”. Senza entrare nello specifico delle teorie spaziotemporali, una costante è uno scoglio a cui aggrapparsi quando di tutto il resto non esiste più niente, neanche la certezza dello spazio e del tempo. Ed è così, aggrappandosi, che Desmond riesce a telefonare a Penny, una notte di Natale, dopo otto anni di assenza: ha ragione Nolan, l’amore è un artefatto umano che trascende il tempo e lo spazio. E la logica, e l’istinto di sopravvivenza, e il buonsenso. Ed è per questo che ci aggrappiamo tutti. E che piangiamo ogni volta che Penny prende il ricevitore.

Friends – The one with the Holiday Armadillo (s07e10) – Friends Wikia – IMDb

Friends - The one with the Holiday Armadillo - Copyright Warner Bros. Television

Friends – The one with the Holiday Armadillo – Copyright Warner Bros. Television

Il Natale è angosciante perché è sempre un dovere: bisogna essere felici, bisogna stare insieme, bisogna rispettare le tradizioni. Friends porta queste premesse all’estremo e racconta la storia di Ross che vorrebbe far vivere al figlio un Natale più ebraico e meno Babbonatalizzato, per poi capire che sì ok, le tradizioni, ma togliere Babbo Natale a un bambino è una cattiveria. Solo che se ne accorge tardi, quando i costumi da Babbo Natale sono già tutti finiti, e allora vorrà dire che lo spirito del Natale lo insegnerà a suo figlio un grosso Armadillo. L’Armadillo di Natale è il vero spirito delle feste: più che cercare per forza di rispettare le tradizioni, di rientrare nei canoni impossibili di quelle famiglie perfette coi maglioni coordinati, più che angosciarsi perché non sta andando niente come deve andare, quello che serve è ridere, perché altrimenti al 26 non ci arriva vivo nessuno.

The OC – The Best Chrismukkah Ever (s01e13) – The O.C. Wikia – IMDb

The O.C. - Best Chrismukkah Ever

The O.C. – Best Chrismukkah Ever

L’idea geniale di Josh Schwartz, creatore di The O.C. e coautore di Gossip Girl, è quella di mettere in mano a un gruppo di teenager californiani la risoluzione dei rapporti tra religione cattolica ed ebraica. Il risultato è il Chrismukkah, inventato da Seth Cohen, protagonista della serie, per celebrare insieme Natale e Hannukkah. Un trionfo di Volemose Bene, Democristianesimo, sincretismo religioso: la kippah con il pompon di Babbo Natale è un visual semplicemente fantastico. Per chi pensava che gli adolescenti californiani dell’Orange County fossero capaci solo di occuparsi di frivolezze come macchine decappottabili e acconciature alla moda: la vita non è solo essere ricchi, ricchi, ricchi in modo assurdo.

How I Met Your Mother – How Lily Stole Christmas (s02e11) – HIMYM Wikia – IMDb

How I met your mother - How Lily stole Christmas

How I met your mother – How Lily stole Christmas

Un compendio di citazioni natalizie tra libri e film, e di gag tipiche di How I met Your Mother. E poi c’è il Winter Wonderland: il sogno di tutti gli appassionati del Natale, un trionfo di luminarie e addobbi che mostra il suo splendore quando Lily se lo porta via dall’appartamento condiviso e lo sistema nel suo microscopico appartamento col risultato di un incrocio tra i format RealTime “Sepolti in casa” e “Merry Christmas con Csaba”, l’incubo ma anche il desiderio proibito di ognuno di noi. Il sogno vero, invece, è passare il Natale con persone di cui ci importa, e gli amici e le persone amate sarebbero l’ideale, se non avessimo tra le scatole le incombenze comandate. Menomale che c’è la TV.

The West Wing – In Excelsis Deo (s01e10) – The West Wing Wikia – IMDb

The West Wing - In Excelsis Deo

The West Wing – In Excelsis Deo

È la prima stagione di West Wing, deve ancora succedere tutto ma a posteriori ci si rende conto che è già tutto lì. Il Natale di Sorkin alla Casa Bianca è il più tradizionale, coi regali, gli addobbi, e le buone azioni, che in questo caso sono la storyline principale dell’episodio: il funerale al Veterano della Guerra di Korea, morto senzatetto avvolto in un cappotto che Toby aveva donato in beneficenza. Di fronte a un uomo che ha dato la vita per la sua nazione, la buona azione personale della beneficenza non basta: c’è l’esigenza di un riconoscimento superiore, un dovere civile di urgenza pari a quello religioso. E le immagini del funerale di stato con i colpi di fucile e la bandiera, alternate con lo staff alla Casa Bianca che ascolta un coro di bambini (solo Sorkin può scrivere una cosa del genere in modo credibile e addirittura commovente) fanno di questo episodio uno dei classici dell’Ala Ovest.

Futurama – Babbo Nasale (s02e08) – Wikipedia – IMDb

Futurama - Babbo Nasale

Futurama – Babbo Nasale

I fan di Futurama della prima ora questo episodio l’hanno visto in italiano, in onda su Italia1, e per questo la versione di cui si parla è questa. “Nasale” forse non è un nome molto evocativo di un Babbo Natale killer spietato, una specie di Robocop giustiziere che fa fuori tutti quelli che non sono buoni secondo i suoi standard, e sono davvero tanti. Ma la sospensione dell’incredulità va applicata anche a traduzioni e doppiaggio, e tutte le volte che abbiamo augurato Buon Nasale ad amici e parenti stabiliscono un precedente, concedendo a Babbo Nasale lo stesso diritto di cittadinanza di C1P8.

South Park – Mr. Hankey The Christmas Poo (s01e09) – South Park Wikia – IMDb

South Park - Mr Hankey the Christmas Poo

South Park – Mr Hankey the Christmas Poo – copyright soutpark.cc.com

Questo è un episodio storico perché è il primo andato in onda in Italia, pubblicizzatissimo anche se in ventottesima serata. Sì, la prima messa in onda è stata fatta completamente a caso, e il primo episodio che hanno mandato è anche l’unico della stagione in cui Kenny non muore, impedendo allo spettatore di godere al momento giusto del colpo di scena, ma ormai è andata così. South Park è stato comunque una svolta epocale e la grande verità che Mr. Hankey ci porta in dono è di una semplicità e grandezza disarmante: il Natale è una Merda senza via di scampo. Ma è la Nostra Merda, e per questo gli vogliamo bene.

Stanlio e Ollio – Vita di Campagna (1934) – Wikipedia – IMDb

Stanlio e Ollio - Vita di Campagna

Stanlio e Ollio – Vita di Campagna

Questo corto non è ambientato a Natale, ma come tante altre comiche di Stanlio e Ollio, ambienta i nostri, di Natali. In quello stato di perenne dormiveglia alimentare/etilico che sono i giorni di festività natalizie, la costante a cui aggrapparsi per non perdere i sensi sono le tradizioni TV, e Stanlio e Ollio sono una sicurezza. Vita di Campagna si svolge attorno a un pozzo d’acqua “corretto” con alcol: sostituire l’acqua con bevande più interessanti è fonte certa di irresistibili gag, e allo stesso tempo è una delle sicure strategie di sopravvivenza agli infiniti pasti con gli infiniti parenti. Insomma, oltre che divertenti, utili. Ottant’anni portati benissimo.

La tregua di Natale (1914) – Wikipedia

La tregua di Natale 1914

La Tregua di Natale – 1914 – Daily Mirror

Anche questo è un episodio storico. Solo che è storico nel senso che è successo veramente. La notte di Natale di 100 anni fa, sul fronte, i soldati inglesi e tedeschi si sono accorti di avere lo stesso identico umore, anche se la divisa di un altro colore, e hanno fermato le ostilità per uscire dalle trincee e festeggiare il Natale insieme. La Tregua di Natale è senza alcun dubbio il più bell’episodio natalizio, e quest’anno ha deciso di celebrarlo Sainsbury’s, con uno spot che, se da un lato mette i brividi perché un grande magazzino non dovrebbe sfruttare un fatto storico di questo genere per abbellirsi, dall’altro commuove, e anche tanto. Il Natale è questo, stare vicini nonostante tutto, nonostante le guerre e le trincee, nonostante i chilometri di lontananza, e forse per questo lo odiamo, perché non siamo capaci di ammettere che, anche se ci tiriamo i piatti appresso, e vorremo strozzarci con gli addobbi dell’albero, ci amiamo, e non potremmo fare altrimenti. Così, i soldati che si scambiano i doni diventano il nostro sogno: riuscire, anche solo per una settimana, ad abbandonare le trincee.

Signora Maria
Non capisce un cazzo di cinema, figuriamoci di serie TV.

Lascia un commento

Information

This article was written on 10 Dic 2014, and is filled under Amarcord, Binge-watching.

Current post is tagged

, , , , , , , , , , , ,