The Repairman – Storia di uno che non può fare a meno di riparare


The Repairman A dispetto del titolo anglofono, The Repairman è un film italianissimo. O meglio: abbastanza italiano. Italiani sono quasi tutti gli attori, italiani sono i paesaggi delle Langhe che la macchina da presa seleziona per noi e italiano è il regista, Paolo Mitton. Questa pellicola è il suo esordio: Mitton ha trovato, due anni fa, una produzione inglese disposta a correre il rischio di mettere in piedi questa storia un po’ stramba e che ha trovato mercato per la distribuzione in Italia soltanto nel 2015.

Il racconto è curioso, a tratti strampalato. Scanio Libertetti, il protagonista, vive nella provincia piemontese in un appartamento malandato che affitta da un’anziana signora dispotica e crudele. Il giovanotto, circondato da amici stereotipati pieni di certezze, progetti e obiettivi raggiunti, è al cento per cento un antieroe. È goffo e indolente, riservato, terribilmente riflessivo, acuto senz’altro ma troppo lontano da quella socialità codificata che chi lo circonda si aspetterebbe da lui. Ingegnere mancato si mantiene, finché riesce, riparando con precisione vecchi oggetti e conservando in silenzio attrezzature scartate da altri, che nelle sue mani diventano fondamentali strumenti di riparazione e riciclo.THE REPAIRMAN, ALLA RICERCA DELLA 'FELICITA'' LENTA

Aiutato più dal caso che da abilità seduttive, a lui del tutto aliene, conosce e si innamora di una giovane inglese che vive tra le sue stesse morbide colline. Colto dall’inaspettata, delicata intraprendenza di lei, Scanio sembra addolcirsi e per qualche scena abbandona i tratti comicamente irsuti e velatamente ossessivi che lo contraddistinguono per buona parte del film. Ma, incapace di integrarsi in un ambiente sociale, lavorativo e mondano nel quale non si riconosce nemmeno per un istante, Scanio recupera poco a poco le sue piccole manie di riparatore e si dedica con morboso assillo all’invenzione di qualche oggetto straordinario.

Inizia sulle movenze impacciate del protagonista, si dipana con puntiglio e finisce senza un vero finale questa storia, inno maldestro al recupero della lentezza, della precisione, della meticolosità.

The Repairman – IMDb

mich
Non ha mai visto La Febbre del Sabato Sera. Guarda con molto sospetto i pop corn che escono dal microonde. Per molto tempo ha pensato di vivere in un trailer.

Lascia un commento

Information

This article was written on 30 Mar 2015, and is filled under Scuse per parlare di film.

Current post is tagged

, , , ,