Unbreakable


UNBREAKABLEÈ un mondo di fedi che rotolano da un film all’altro, un mondo in cui le uniche certezze sono illusioni. Essere vivi, essere umani: niente è come sembra nello specchio di Shyamalan, l’unica verità infrangibile è quella dell’uomo di vetro, disposto a tutto pur di dimostrare che i fumetti sono libri di storia.

A 15 anni dalla sua uscita Unbreakable, rivisto d’un fiato, continua a raccontare il mondo interiore di una società bianca e nera, quella americana, una società in cui più che mai colori e sfumature sono possibili solo all’interno di una narrazione, meglio se popolare. I tratti dei fumetti, ospitati in una galleria d’arte, svelano i veri lineamenti di chi porta il male nascosto con sé, male senza scopo, male a fin di bene, male che scorre come l’acqua che fa da kriptonite (il vero colpo di scena che non ti aspetti, l’acqua che uccide).

Il male è come la macchia di sangue che si allarga sul lenzuolo dell’ultimo superstite oltre a te, una traccia: per vederlo è indispensabile passare dallo specchio alla realtà, capovolgere la prospettiva e accettare che l’unico superpotere veramente umano è l’integrità, non l’immortalità.

Restare integri è il contrario di essere fragili: “No”, risponde Bruce Willis, no, non ti ho tradito, sto tradendo solo me stesso perché ho paura di annegare. La fede del Sesto Senso rotola nella tasca di Unbreakable: non credere a quello che vedi, sei nelle mani di un prestigiatore, uno talmente bravo che è rimasto vittima del suo stesso incantesimo, iniziato forse proprio qui all’ennesima faccia da pazzo di Elijah.

Unbreakable – IMDbWikipedia

Una che vede sempre un film diverso dal tuo.

Lascia un commento

Information

This article was written on 04 Dic 2015, and is filled under Amarcord.

Current post is tagged

, , , ,